Il medico di Sant'Angelo le Fratte riceve nel suo reparto l'attore Beppe Fiorello

29 Nov2017

Il nostro mestiere –  ha affermato Beppe Fiorello – lo consideriamo spesso effimero. In luoghi come questo invece mi rendo conto che non è proprio inutile: un film può provocare effetti molto positivi. Credo che il cinema come il teatro e un certo tipo di tv, se fatti bene e seriamente, possono veramente far sognare.

Con queste parole l'attore siciliano ha salutato commosso i pazienti del reparto di di Oncologia Pediatrica del Gemelli, Unità diretta dal Dottor Antonio Ruggiero, originario di Sant’Angelo le Fratte, da poco subentrato a Riccardo Riccardi.

Tra un selfie ed un altro, Fiorello ha presentato a grandi e piccini il suo ultimo film “Chi m’ha visto”.

Il dottor Ruggiero, orgoglio per Sant'Angelo le Fratte, si è nell'ultimo periodo, distinto per uno studio, circa la possibilità di mettere in campo un’adeguata strategia, per i piccoli pazienti oncologici, di gestione delle reazioni allergiche durante i trattamenti, eliminando il ricorso a chemioterapie di seconda linea, più tossiche e meno efficaci.

A lui vanno i complimenti del Sindaco Laurino, primo cittadino del suo paese di origine.

fonte: Ondanews.it

 

 

Categorie: 
Condividi: